Nov 18 / adminfradi Tessuti cancerogeni e nocivi: la soluzione è il made in Italy

Made in Italy with love è un po’ la filosofia che distingue Fradi, brand da sempre impegnato nella realizzazione di capi “italiani” non solo per tutto quello che riguarda la produzione, ma anche per un gusto e uno stile tipico del Belpaese.

Promuovere e diffondere la cultura italiana è la mission del marchio: una cultura che passa dalla moda fino a interessare ogni abitudine radicata nella quotidianità. Perché “made in Italy” è sinonimo di qualità, a differenza di tutti i casi di contraffazione e di prodotti non a norma, spesso realizzati con materiali pericolosi.

Di recente, uno studio Greenpeace ha rinvenuto sostanze altamente tossiche in alcuni tessuti: cromo, nickel, piombo, mercurio e formaldeide sono solo alcuni degli elementi considerati cancerogeni che ogni giorno rischiamo di introdurre nel nostro armadio e di indossare sulla nostra pelle. E se nella maggior parte dei casi sono le materie prime a non essere selezionate con cura, costituendo un fattore di rischio, spesso sono proprio i processi di lavorazione ad alterare alcune fibre naturali, rendendole così pericolose: coloranti, sbiancanti, stabilizzanti e solubilizzanti il più delle volte lasciano tracce allergizzanti.

Diventa dunque fondamentale selezionare i proprio capi con cura, scegliendo solo ciò che viene prodotto in Paesi sicuri, dove ogni processo di produzione viene sottoposto a severi controlli: in Italia è assolutamente vietato l’utilizzo di carrier alogenati – utilizzati per tingere il poliestere a basse temperature e quindi a basso costo – considerati altamente nocivi per l’uomo.

Di recente GQ ha stilato alcuni consigli utili per proteggersi dai prodotti dannosi, tra i principali:

  • Evitare di far indossare a bambini capi di dubbia qualità, specie per quanto riguarda l’abbigliamento intimo.
  • Prestare maggiore attenzione ai capi colorati, soprattutto di nero blu e rosso, perché potrebbero contenere tracce di nickel.
  • Verificare il luogo di produzione del prodotto: gli abiti fabbricati in Europa e in Italia sono più sicuri degli altri Paesi.
  • Diffidare dai capi venduti a un prezzo molto basso.
  • Controllare sempre che ci sia un’etichetta all’interno del capo con particolare attenzione a quelle contraffatte.